Riso ai peperoni: ricetta per 4 persone, preparazione 30 minuti, cottura 50 minuti

I peperoni sono molto ricchi di vitamina C, il suo contenuto è quattro volte maggiore che negli agrumi e questo favorisce la capacità di aumentare la resistenza alle infezioni, irrobustisce i muscoli e favorisce l’assorbimento del ferro. Inoltre grazie al contenuto di vitamina A, otteniamo il beneficio di una prevenzione dai radicali liberi dovuta alle proprietà antiossidanti di queste due vitamine. Questo permette di prevenire malattie di invecchiamento della pelle, tumori e malattie cardiovascolari.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

  • 320 gr di riso Carnaroli
  • 450 gr peperoni gialli e rossi
  • 1 gambo di sedano
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 Scalogno
  • Olio extravergine d'oliva q.b.
  • 65 gr vino bianco
  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  • 30 gr di stracchino
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.


Peperoni viviverde

L'ECO-RICETTA DI STAGIONE

Lava i peperoni, mettili in una pentola con acqua e fai bollire per 15 minuti coprendo con un coperchio e girandoli di tanto in tanto. Trascorsi 15 minuti, togli i peperoni dall'acqua e conserva l'acqua di cottura. Appoggia i peperoni su un tagliere e coprili con una ciotola (questa operazione rende più semplice togliere la pelle). Poi prepara il brodo con le verdure: lava la carota e il sedano, sbuccia la cipolla e taglia le verdure a pezzi grossi, poi mettile nell’acqua di cottura dei peperoni, porta a bollore e cuoci per 30 minuti. Togli il picciolo dei peperoni ancora caldi, poi togli la pelle, i semi e tagliali a cubetti. Scalda l’olio in una padella, aggiungi lo scalogno tritato e fallo rosolare, mescolando spesso. Aggiungi il riso, fallo tostare per 5 minuti, poi sfuma con il vino bianco e lascia evaporare. Cuoci il riso aggiungendo poco alla volta il brodo e mescola spesso per non farlo attaccare. La cottura del riso richiede circa 15-18 minuti, 10 minuti prima della fine della cottura aggiungi i peperoni. Completa la cottura del riso, alla fine regola di sale e di pepe e poi fai mantecare con lo stracchino e aggiungo anche il parmigiano, mescolando bene.

L’arte del riciclo in cucina
Se non usi tutto il brodo lo puoi conservare in frigo per alcuni giorni oppure congelarlo e utilizzarlo come base per altri piatti.

Pubblicato il 17 agosto 2021


 
Viviverde

Iscrivendoti autorizzi il trattamento dei dati personali ai sensi degli articoli 13 e 14 del Regolamento 679/2016/UE (GDPR Privacy). Per consultare l'informativa collegarsi a: www.lalumaca.org/privacy. Il trattamento dei dati avviene nel rispetto della normativa vigente sulla Privacy.