Schiacciata all'uva: ricetta per 6 persone, preparazione 15 minuti, cottura 50/60 minuti

È tempo di vendemmia, tempo di schiacciata d'uva. La schiacciata con l’uva è un dolce povero realizzato con l’impasto del pane e arricchito con uva fresca. Tipicamente caratteristica del periodo della vendemmia toscana, per prepararla si usa l’uva canaiola, un tipo di uva con acini piccoli, molto succosi e pieni di semi, poco adatta alla vinificazione. Se non riuscite a trovarla potete usare l’uva fragola oppure altra uva nera. L’importante è non togliere i semi (vinaccioli), che sono la caratteristica fondamentale di questa focaccia.

INGREDIENTI PER 6 PERSONE (per una teglia di circa 20 x 30 cm)

Per la pasta:

  • 300 gr di farina
  • 10 gr di lievito di birra fresco
  • 200 ml di acqua tiepida
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 cucchiaino di sale
  • 2 cucchiai di zucchero

Per la copertura e il ripieno:

  • 700gr di uva nera a chicchi piccoli
  • 8 cucchiai di zucchero semolato
  • olio d’oliva


Uva viviverde

L'ECO-RICETTA DI STAGIONE
In un bicchiere fate ammollare il lievito di birra con una parte dell’acqua insieme allo zucchero. In una ciotola mescolate la farina e il lievito poi aggiungete il resto dell’acqua poco per volta. Impastate per bene, poi quando comincerà a prendere forma, trasferite l’impasto su un tagliere e impastate ancora per qualche minuto, aggiungendo alla fine anche il sale. Formate una palla e lasciatela riposare, coperta da un canovaccio, in un luogo tiepido e senza sbalzi di temperatura per almeno 2 ore. Nel frattempo lavate e asciugate gli acini d’uva.

Trascorso questo tempo dividete l’impasto in 2 palle, una un po’ più grossa e una più piccola. Stendete la palla più grande in uno spessore di circa 1 cm e sistematela in una teglia ben oliata, lasciando un bordo abbastanza alto per contenere i chicchi interi. Disponete la metà dei chicchi su questo impasto (se volte potete tagliarne alcuni perché rilascino più succo). Cospargete l’uva con 4 cucchiai di zucchero e versate un filo di olio. Stendete adesso l’altra palla di impasto e disponetelo delicatamente sull’uva nella teglia, eliminando la pasta in eccesso e ripiegando i bordi dell’impasto sottostante in modo da sigillare bene gli acini all’interno dei due impasti. Decorate la focaccia anche sopra con i chicchi rimasti e spolverizzate con il restante zucchero. Aggiungete un filo d’olio e infornate la focaccia a 150°C per circa un’ora o comunque finché non sarà bella dorata.

L’arte del riciclo in cucina

I vinaccioli - ovvero i piccoli semini contenuti nell’uva - benché spesso ritenuti fastidiosi e quindi scartati dagli acini, sono in realtà delle preziose fonti di sostanze antiossidanti. Se inseriti in una fodera (meglio con la chiusura lampo), possono diventare l'imbottitura di uno speciale cuscino del benessere, da scaldare al forno o al microonde.

Pubblicato il 17 settembre 2021


 
Viviverde

Iscrivendoti autorizzi il trattamento dei dati personali ai sensi degli articoli 13 e 14 del Regolamento 679/2016/UE (GDPR Privacy). Per consultare l'informativa collegarsi a: www.lalumaca.org/privacy. Il trattamento dei dati avviene nel rispetto della normativa vigente sulla Privacy.