Viviverde e drizza le antenne!

La versione stampabile di Viviverde è a basso impatto perché è impaginata con Ecofont, un carattere ricco di microscopici fori che riduce del 20% il consumo d'inchiostro rispetto ai normali caratteri, è monocromatica e l’impaginazione risulta compressa per diminuire lo spreco di carta. Vuoi fare di più?

dicembre 2021  › newsletter ambientale di La Lumaca

Non possiamo più ignorarli Ecointerviste

Dopo COP26 è sempre più urgente dare risposte concrete per il futuro del pianeta. Ascolta il podcast con l'intervista a Giovanni Mori, portavoce del movimento Fridays for Future

Come convincere tutti circa l’urgenza di contrastare le conseguenze dei cambiamenti climatici? Come sconfiggere il fatalismo e convincere il mondo che un futuro è ancora possibile ma dipende dalle scelte che si faranno ora? A queste domande risponde Giovanni Mori, portavoce in Italia del movimento Fridays for Future, ricordandoci che tre anni di impegno e di manifestazioni globali hanno sensibilmente aumentato tra la popolazione, dei giovani e non solo, la consapevolezza in materia di emergenza climatica. In poche parole: "Non potranno più ignorarci".

Prima era un tema di nicchia da trattare nei convegni, oggi milioni di persone scendono in piazza per questo. Dalla consapevolezza dovrebbero discendere delle azioni e invece succede poco o niente e le scelte che emergono dai Grandi della terra sono sempre figlie di compromessi. Questo è un limite della politica, che non ha interesse a investire sul futuro ma solo sul presente. Proprio per smuovere la politica è importante che ci sia una spinta da parte della società civile. Sui danni già fatti non si torna indietro, ma devono servire da monito per intraprendere una serie di azioni precise da compiere per evitare il peggio. Le priorità che ci attendono sono l’abbandono del carbone e il taglio degli investimenti nell’estrazione di petrolio e gas, a partire da subito. Non si possono più costruire impianti nuovi alimentati da fonti fossili se si vuole mantenere il surriscaldamento climatico entro il limite di 1,5° centigradi.

Occorre poi passare senza indugio alle fonti rinnovabili, rivedere il sistema e i consumi agro-alimentari, elettrificare i trasporti e i mezzi di produzione industriale. Se non lo facciamo subito non riusciremo a evitare le catastrofi peggiori. Nei paesi tecnologicamente avanzati è più semplice ridurre l’emissione di CO2, rispetto ai paesi poveri dove è difficile produrre anche la corrente elettrica, ed è inoltre difficile convincere Cina e India a non inquinare quando l’Occidente lo ha fatto per 150 anni.

Tra l’altro anche l’Europa è virtuosa solo in apparenza. Le nostre emissioni sono ridotte perché quasi tutti gli oggetti che utilizziamo nella vita quotidiana non si producono qui ma in Asia. Se si attribuissero all’Europa le emissioni complessive derivate dai nostri consumi e non solo quelle prodotte fisicamente qui, le emissioni europee sarebbero molto più elevate di quelle cinesi. Per questo occorre una strategia globale coordinata ed occorre procedere tutti insieme per ottenere risultati significativi.

Per informazioni:

Fridays for Future Italia

Emergenza CliMattina, il podcast di Giovanni Mori

La Settimana dell'aria pulita Campagne

Dal 22 al 28 novembre l'evento di sensibilizzazione sulla qualità dell'aria nel Nord Italia: alberi per tutti, bici per i più creativi

La pianura padana vuole cambiare aria. Con la Settimana dell'aria pulita entra nel vivo C'è aria per te!, la campagna di sensibilizzazione, promossa all'interno del progetto Life Prepair, progettata e gestita da La Lumaca, per contrastare l'inquinamento dell'aria nel Bacino padano. Dal 22 al 28 novembre una grande chiamata all'azione rivolta a cittadini e organizzazioni di Emilia-Romagna, Piemonte, Valle D’Aosta, Lombardia, Veneto, Provincia autonoma di Trento e Friuli-Venezia Giulia per contribuire concretamente al miglioramento dell'aria. Per testimoniare l'impegno basta una foto: le migliori saranno premiate. Ecco tutti i dettagli.


LA SETTIMANA DELL’ARIA PULITA: DI COSA SI TRATTA?

Dal 22 al 28 novembre cittadini, enti, associazioni, aziende e scuole sono chiamati a realizzare azioni concrete per contribuire al miglioramento dell’aria e a renderle visibili. Aderire è facile: basta andare sul sito www.ariaxte.it e sceglie un’azione da mettere in atto nella Settimana dell'aria pulita o nelle settimane successive, testimoniandola attraverso una foto e caricandola sul sito insieme a una breve descrizione. C’è tempo fino al 31/12/2021.

Tutte le foto partecipanti faranno parte di una grande galleria fotografica per ispirare la comunità con esempi concreti e replicabili e contribuiranno alla piantumazione di nuovi alberi nel Bacino padano, grazie all'adesione del progetto a WOW Nature.

Solo per i cittadini, le tre fotografie più creative e significative tra tutte quelle inviate vinceranno uno dei premi in palio dedicati alla mobilità sostenibile: una bicicletta elettrica, un monopattino elettrico, una bicicletta pieghevole (il regolamento del concorso IO CAMBIO L’ARIA è consultabile su www.ariaxte.it).


COME PARTECIPARE?

Cittadini, Enti, scuole, associazioni e aziende possono:

Le azioni possono essere svolte durante la SETTIMANA DELL’ARIA PULITA o nelle settimane successive


ALCUNI ESEMPI DI AZIONI?

I cittadini possono evitare l’utilizzo dell’auto in favore di mezzi meno inquinanti o adottare soluzioni per ridurre gli sprechi energetici nelle proprie abitazioni; gli enti possono realizzare un vademecum di buone pratiche ambientali da diffondere ai dipendenti oppure organizzare eventi di sensibilizzazione per i cittadini; le scuole possono organizzare una giornata di pedibus o bicibus, oppure sensibilizzare le famiglie a lasciare a casa l’auto ogni volta che è possibile; le associazioni possono organizzare un punto informativo sull’aria rivolta alla cittadinanza o una biciclettata collettiva con gli associati; le aziende possono incentivare il carpooling o premiare i dipendenti che utilizzano la bici o i mezzi pubblici per il casa-lavoro. Ma c’è spazio per l’iniziativa e la creatività dei partecipanti.

Sul sito www.ariaxte.it sono disponibili idee e materiali digitali per facilitare e sostenere le adesioni.


PERCHÈ PARTECIPARE?

L’aria è di tutti e non ha confini: per migliorarne la qualità istituzioni e cittadini di tutte le generazioni devono agire insieme. Con gesti quotidiani o eventi speciali, da condividere attraverso fotografie che verranno pubblicate sul sito della campagna www.ariaxte.it per testimoniare l’impegno collettivo e amplificarne gli effetti su tutto il territorio: l’obiettivo è rendere visibili le azioni con una grande galleria fotografica, realizzare così un’opera collettiva per mettere in luce le piccole e grandi scelte quotidiane che possono fare la differenza e costruire un’alleanza per l’aria.

Per informazioni:

www.ariaxte.it

Facebook

Instagram

YouTube

Electrolux sceglie la realtà aumentata Campagne

Gli allestimenti di Electrolux sull'impatto ambientale alla fase 2: per sensibilizzare i dipendenti ora si usa la realtà aumentata

Una nuova puntata de Gli Insospettabili, la campagna di comunicazione di Electrolux per coinvolgere i propri dipendenti sulle scelte green dell'azienda. Ideato e realizzato da La Lumaca per lo stabilimento Electrolux di Porcia (PN), il progetto prevede il potenziamento dell'allestimento "Ri-cubi" realizzato lo scorso anno durante la prima fase della campagna attraverso l'integrazione di contenuti di realtà aumentata. Un modo innovativo per mantenere alta la curiosità e coltivare l'eco-consapevolezza delle persone utilizzando spazi aziendali già presenti e ben conosciuti. Ecco cosa è stato fatto.

Per raccontarlo dobbiamo però fare un passo indietro. Lo scorso anno, in una zona ad alta frequentazione dello stabilimento di Porcia, era stato realizzato l'allestimento "Ri-cubi" per fare in modo che i dipendenti potessero vedere da vicino il viaggio dei loro rifiuti dopo la corretta raccolta differenziata. Sette cubi in plexiglass ripartiti, ognuno rappresentativo di una categoria di rifiuto prodotto diffusamente nello stabilimento, hanno dato voce ad altrettanti misteriosi personaggi per raccontare i passaggi della filiera del recupero e del riciclo che permette ai rifiuti di avere una nuova vita.

Quest'anno, per continuare il percorso di sensibilizzazione e coinvolgimento dei dipendenti, si è scelto di valorizzare l'allestimento già presente attraverso la realtà aumentata. Grazie all’uso di un'apposita app, il supporto reale è stato “aumentato” con contenuti aggiuntivi, come video animazioni sui risultati raggiunti dall'azienda, video interviste al Direttore dello stabilimento, info-grafiche sul risparmio in termini di emissioni ottenuto grazie all'impegno di tutti nello stabilimento.

Attraverso questo nuovo sistema innovativo e attrattivo si è creata una realtà mista estremamente stimolante che permette ai dipendenti di scoprire e riscoprire l’allestimento e i suoi nuovi contenuti. Tali contenuti potranno essere modificati nel tempo, superando quindi l'effetto “usa e getta” spesso tipico dei materiali cartacei.

La campagna Gli Insospettabili si inserisce all'interno del piano di comunicazione del progetto Zero Landfill di Electrolux che traduce l'impegno dell'azienda per ridurre al minimo il suo impatto sul pianeta.

Per maggiori informazioni:

info@lalumaca.org

Modena è pulita, grazie ai tutor Informazione

Si è conclusa l'attività del Gruppo Hera per sensibilizzare i cittadini al decoro urbano. Con informatori ambientali e graffiti (eco)

Una città più bella e pulita? Tutti insieme possiamo fare la differenza! È questo il messaggio lanciato attraverso “Modena Pulita”, il progetto di decoro urbano nato dalla collaborazione tra il Comune di Modena e Gruppo Hera. Dal 18 ottobre fino al 15 novembre i tutor, informatori ambientali di La Lumaca, hanno svolto per conto di Hera un’attività di comunicazione e informazione rivolta a tutti i cittadini. Il servizio, svolto alternando settimanalmente la presenza di info-point itineranti nei principali quartieri di Modena, si era posto come obiettivo la promozione di un dialogo costruttivo con la comunità, al fine di maturare la consapevolezza individuale e sviluppare un atteggiamento positivo sull’importanza del decoro urbano. Ma come si fa?

Obiettivo dell'attività di informazione ambientale svolta dai tutor era era di coinvolgere i cittadini in un dialogo volto ad aumentare la percezione del bene comune. Infatti, la sensibilizzazione a comportamenti individuali che si ripercuotono positivamente sulla collettività è fondamentale per il raggiungimento del decoro urbano proposto da Hera. Per ottenere risultati concreti e duraturi, i tutor si sono resi disponibili, con punti informativi itineranti, per 24 giorni ad ascoltare attivamente gli abitanti della città.

A supporto delle attività di comunicazione ed informazione, i tutor hanno distribuito materiale illustrativo sulla corretta raccolta differenziata dei rifiuti e sulle attività online di Hera, come l'app Il Rifiutologo. Inoltre, dato che il coinvolgimento di tutti gli abitanti è essenziale per vivere in una città più pulita, è stato distribuito un questionario preparato per l'occasione da Hera, per raccogliere impressioni e segnalazioni da parte dei cittadini e poter migliorare i servizi offerti, rendendo sempre più efficiente il suo contributo. Ad ogni cittadino che si è reso disponibile a rispondere alle domande è stato dato un gadget a scelta tra un’eco-smoke (posacenere portatile), sacchi Mater-Bi per la raccolta dell’organico, o sacchi per la raccolta di deiezioni canine.

I cittadini si sono mostrati contenti della presenza dei tutor ambientali sul territorio, manifestando la loro voglia e desiderio di poter contribuire al decoro della città, mettendo in luce alcune problematiche del proprio quartiere. Secondo i residenti intervistati, una maggiore cura delle strade e una maggiore attenzione anche alle zone residenziali fuori dal centro storico aiuterebbe ad aumentare la percezione del decoro urbano.

Oltre che in termini di contatto, i percorsi dei tutor sono stati pensati, anche in termini di visibilità dei graffiti prodotti da Hera e posizionati in molti punti del centro storico. Gli eco-graffiti, utilizzati per la promozione del decoro urbano, hanno 4 rappresentazioni diverse in base al tema trattato (abbandono di rifiuti ingombranti, piccoli rifiuti stradali, deiezioni canine e mozziconi di sigarette) e sono stati realizzati per contrastare l’abbandono di piccoli e grandi rifiuti sulle strade e sui marciapiedi della città, incentivando l’uso degli appositi cestini o del centro di raccolta o, ancora, a contattare il numero verde Hera per un ritiro domiciliare.

Il progetto “Modena Pulita”, quindi, si presenta come un’innovativa azione ambientale che mette in luce la necessità di coinvolgere i cittadini nel loro quotidiano per fare un ulteriore passo avanti nella gestione dei rifiuti e nel decoro della città. Il percorso è lungo ma ogni cammino è fatto di piccoli passi.

Per informazioni:

info@lalumaca.org

Educazione ambientale è Green Goals 2030 Campagne

Tutti in classe con Green Goals 2030 – Il futuro del pianeta in gioco, l'educazione ambientale di A&T 2000 per le scuole

Pronti a impegnarsi per il pianeta? A&T 2000 S.p.A. continua ad essere a fianco delle scuole con percorsi di educazione ambientale gratuiti ideati per diffondere la consapevolezza e la cultura della sostenibilità ambientale. Per l'anno scolastico 2021/22 arriva Green Goals 2030 – il futuro del pianeta in gioco, con proposte didattiche rivolte alle scuole primarie e secondarie di primo grado e (per la prima volta) anche alle scuole secondarie di secondo grado di 79 Comuni del Friuli Venezia Giulia. Realizzato per il primo anno da La Lumaca, il progetto di educazione ambientale Green Goals 2030 ha raccolto quasi 350 adesioni ed è partito il 22 novembre con la prima attività in classe. Vediamo le novità introdotte quest’anno.

Il progetto di educazione ambientale per le scuole Green Goals 2030 – il futuro del pianeta in gioco sviluppa il tema dell’Agenda 2030 dell'ONU ispirandosi al mondo dei giochi: dieci coinvolgenti laboratori multidisciplinari, differenziati per ordine scolastico e progettati per attivare l’interesse specifico di ogni fascia di età. Coding a squadre, video making, world cafè, laboratori creativi, visite virtuali agli impianti tecnologici di trattamento rifiuti e tante altre attività a disposizione delle scuole, pensate per permettere ai più giovani di imparare divertendosi, trasformando i Goals per lo sviluppo sostenibile in traguardi avvincenti da raggiungere. Catturare l’interesse e l’attenzione degli studenti di oggi, infatti, è più facile se si utilizza un codice comunicativo a loro vicino, come quello del gaming. Per venire incontro alle contemporanee esigenze del mondo della scuola, inoltre, gli incontri sono stati pensati per essere realizzati in classe o in teledidattica, sulla base della preferenza degli insegnanti.

A corollario delle attività didattiche proposte in classe, il progetto prevede l’organizzazione del contest Trivial Time 2030. Le classi, divise per ordine scolastico, potranno mettersi alla prova partecipando a un quiz interattivo con domande a risposta multipla sui temi dell’Agenda 2030, della sostenibilità e della cittadinanza attiva.

Altra novità dell'edizione è l’introduzione della tecnologia della realtà aumentata come integrazione e supporto di alcuni materiali informativi e di visibilità. Per un'esperienza ancora più coinvolgente, insegnanti, studenti e famiglie possono accedere a contenuti multimediali integrativi sull'Agenda 2030 e sul progetto di educazione ambientale.

Per informazioni:

Sito web Green Goals

Riparte l'Aula verde di Barbazoo Appuntamenti

Apre le porte l'Aula verde di Barbazoo: da novembre appuntamenti creativi gratuiti per bambini e ragazzi a Vignola (MO)

Un nuovo anno insieme con l’Aula verde di Barbazoo. Riparte dal 13 novembre il progetto di La Lumaca dedicato a bambini e ragazzi dai 3 agli 11 anni al Centro per famiglie e bambini “Barbapapà” di Vignola, nel modenese. Un ricco calendario di laboratori, attività creative, giochi, letture animate ed esplorazioni artistiche per incentivare la conoscenza del mondo naturale e promuovere l’educazione alla sostenibilità e alla bellezza. Tutte le attività sono gratuite ma è consigliata la prenotazione.

Ecco il calendario di novembre 2021.

Sabato 13 novembre TI RACCONTO UNA STORIA narrazioni animate: ogni libro è una porta per un mondo segreto: leggeremo i racconti più belli sugli animali e la natura. Tieni le orecchie aperte!

Lunedì 15 novembre DIRE, FARE, CREARE laboratori di riciclo creativo: ogni scarto è una risorsa per creare nuovi oggetti, usando la fantasia e la manualità. Scoprirai la bellezza degli oggetti fatti a mano.

Sabato 20 novembre ARTISTI IN ERBA esplorazioni artistiche: ti racconteremo le storie di tanti artisti, per poi realizzare la tua opera personale utilizzando elementi naturali e materiali di recupero.

Lunedì 22 novembre MERAVIGLIE VERDI laboratori a tutta natura: quanti segreti nasconde la natura! Li scopriremo insieme esplorando da vicino piante, fiori e piccoli animali.

Sabato 27 novembre EMOZIONIAMOCI esperienze di teatro e natura: un'attrice metterà in scena le emozioni collegandole agli animali, agli ambienti, alle favole. Ascoltala, imparerai tante cose su di te.

Lunedì 29 novembre TI RACCONTO UNA STORIA narrazioni animate: ogni libro è una porta per un mondo segreto: leggeremo i racconti più belli sugli animali e la natura. Tieni le orecchie aperte!


Tutti i laboratori si svolgono al Nido d'infanzia e Centro per Bambini e Famiglie “Barbapapà, in via Don Giuseppe Pellegrini a Vignola, il lunedì dalle 16:30 alle 18:30, il sabato dalle 15:30 alle 18:30.

Le iniziative sono gratuite ma è consigliata la prenotazione perché i posti sono limitati.

Per prenotazioni: tel. 327 0178265, dal lunedì al venerdì 9:00-12:00 e 15:00-18:30.

Per i piccoli dai 3 ai 5 anni è richiesta la presenza di un adulto durante l'attività che dovrà essere munito di GREEN PASS.

La partecipazione è consentita solo a seguito di una procedura di triage in linea con le più recenti disposizioni di legge. È previsto l'obbligo di mascherina chirurgica indossata per tutte le persone al di sopra dei 6 anni di età.

L'Aula verde di Barbazoo è uno spazio a misura dei più piccoli e un laboratorio di esperienze dove creare occasioni di incontro e condivisione e promuovere stili di vita sostenibili. Il calendario proseguirà per tutto l’anno scolastico.

Vuoi restare aggiornato? Scrivi a: s.scapinelli@lalumaca.org.

Per maggiori informazioni:

s.scapinelli@lalumaca.org - Tel. 327 0178265

Our Planet Now Vivivideo

Dall’idea di una bambina, una nuova e potente animazione sull'emergenza climatica proiettata durante COP26

Vivigulp novembre 2021 Vivigulp

Vignetta Vivigulp novembre 2021

Che aria tira? Informazione

Un'aria più pulita potrebbe salvare almeno 178.000 vite in UE: i dati dell'European Environmental Agency

Risparmiare energia è BELT Campagne

Le regole per indicare il risparmio energetico degli elettrodomestici sono cambiate: il progetto BELT ci spiega come

Qui cresce il futuro Appuntamenti

Dal 25 al 27 novembre a Milano la seconda edizione del Forum regionale per lo Sviluppo Sostenibile

Siamo parte del cambiamento? Fai la cosa giusta

Dalla rete il punto sul cambiamento climatico dopo Glasgow

ViviSlurp: la ricetta di novembre 2021 Vivislurp

Vellutata di zucca e ceci: ricetta per 4 persone, preparazione 10-15 minuti, cottura 40 minuti

La zucca è un’ottima fonte di vitamine e antiossidanti; contiene betacarotene necessario alla produzione di vitamina A, la quale svolge funzioni di protezione per la vista e la pelle. Contiene buone quantità di sali minerali (calcio, fosforo, potassio) e ferro, anche se non particolarmente assorbibile, la vitamina C, il manganese, lo zinco e il selenio. Buona la quota di fibre per l’intestino.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

L'ECO-RICETTA DI STAGIONE
Pulisci la zucca togliendo buccia, semi e filamenti interni aiutandoti con un cucchiaio, poi tagliala a pezzi e mettila in una pentola con il brodo, l’aglio e il rosmarino. Fai cuocere la zucca per mezz’ora o fino a quando sarà cotta, poi aggiungi i ceci e lascia cuocere per altri 10 minuti. Togli dal fuoco, elimina il rametto di rosmarino e frulla con un mixer ad immersione dopo aver tolto un po’ di brodo per rendere la vellutata cremosa e non troppo liquida. Aggiungi sale, pepe e un filo di olio extravergine di oliva.

L’arte del riciclo in cucina:

Se avanza un po’ di vellutata puoi aggiungere un po’ di ricotta e mescolarla bene sul fuoco fino ad ottenere un sughetto omogeneo da utilizzare per condire la pasta.

Consigli utili per diminuire l’impatto della tua stampa