Viviverde e drizza le antenne!

La versione stampabile di Viviverde è a basso impatto perché è impaginata con Ecofont, un carattere ricco di microscopici fori che riduce del 20% il consumo d'inchiostro rispetto ai normali caratteri, è monocromatica e l’impaginazione risulta compressa per diminuire lo spreco di carta. Vuoi fare di più?

settembre 2022  › newsletter ambientale di La Lumaca

Intervista a Elena Granata su Ecolove Podcast

Ambiente: tutti ne parlano ma non tutti si impegnano. Bisogna lavorare sulle emozioni. Ascolta il podcast

Tutto, oggi, parla di ambiente. Le piazze si riempiono di migliaia di ragazze e ragazzi che protestano contro l'inerzia delle risposte al cambiamento climatico. Si moltiplicano i progetti di riforestazione urbana e di agricoltura biologica e non c'è azienda che non metta la sostenibilità al centro della propria attenzione. E non c'è talk, giornale, trasmissione, evento o pubblicità che non riproponga il mantra della salvaguardia del pianeta. Stanno crescendo - ed è un vero paradosso - le opportunità di fare bene al pianeta anche per le persone che non hanno particolare sensibilità ambientale. Com'è che siamo diventati tutti (veri e presunti) ecologisti? Ne abbiamo parlato con Elena Granata, docente di Urbanistica presso il Dipartimento di Architettura e Studi urbani del Politecnico di Milano.

Secondo Elena Granata, docente di Urbanistica presso il Dipartimento di Architettura e Studi urbani del Politecnico di Milano, ed autrice con Fiore de Lettera del volume EcoLove. Perchè i nuovi ambientalisti non sanno ancora di esserlo (edizioni Ambiente, 2022), siamo attraversati da un inedito "eco" innamoramento collettivo che trascende le età e le appartenenze culturali e che sta generando nuove forme di creatività nei singoli e nelle comunità, soprattutto tra le nuove generazioni. È infatti evidente che i dati e i numeri non bastano a smuovere le persone e a motivarle ad agire e che la trasformazione culturale a cui stiamo assistendo coinvolge invece le passioni, l'empatia e persino il desiderio.

Nel contempo siamo messi di fronte a una scelta. Possiamo abbandonarci alla compiacenza e lasciare che questo amore così com'è arrivato svapori e venga rimpiazzato da qualche nuova passione. Oppure possiamo farlo diventare un vero sentire ecologico capace di consolidare quella simbiosi tra immaginazione, ragione e sentimento di cui noi - e il nostro pianeta - abbiamo così bisogno.

Mentre l’ambientalismo storico si fondava sulla consapevolezza, l’ambientalismo contemporaneo si fonda sull’emotività, sulle passioni e sul coinvolgimento affettivo. La scommessa è quella di trasformare questo innamoramento collettivo, che è meno consapevole ma più allargato e diffuso, in reale capacità di azione e di modifica di comportamenti e stili di vita, facendosi largo in questo mondo che parla tanto di ambiente ed ecologia ma lo pratica ancora poco.

Per maggiori informazioni:

Elena Granata

Sfida (climatica) per le scuole Campagne

Il nuovo evento online dove gli studenti si sfidano sull'emergenza clima. Iscrivi ora le scuole del tuo Comune a Planet Challenge

Cerchi nuovi idee per coinvolgere gli studenti in progetti di educazione ambientale? Planet Challenge è la soluzione che fa per te. Per l'anno scolastico 2022/23 La Lumaca propone ai Comuni interessati uno stimolante laboratorio didattico digitale dedicato alle classi delle scuole secondarie di I grado. Il laboratorio si presenta come una sfida-quiz online su un tema determinante per il futuro del Pianeta: l'emergenza climatica. Vediamo i dettagli di questa nuova proposta.

Planet Challenge è la sfida climatica per le classi delle scuole secondarie di I grado. Tutte le classi iscritte si incontreranno online, in una data definita, per prendere parte a un coinvolgente quiz sull'emergenza clima e su come ogni singolo può fare la differenza nel quotidiano per ridurre le proprie emissioni di gas climalteranti. La classe che avrà risposto correttamente al maggior numero di domande/prove nel minor tempo si aggiudicherà la sfida.

Nelle settimane precedenti all'evento online, le classi partecipanti riceveranno un kit didattico digitale che potranno utilizzare per aggiornarsi e prepararsi, insieme agli insegnanti, rispetto alle cause che determinano l’attuale crisi climatica e alle misure da adottare per ridurre l'impatto sul Pianeta.

Perché organizzare un Planet Challenge nel tuo Comune?

Ecco i vantaggi di Planet Challenge:


Vuoi saperne di più?

Scrivi a Giulia Baccolini: g.baccolini@lalumaca.org

A Terra Madre con Eduiren Appuntamenti

Spassose animazioni teatrali del "Duo Ri-Generato" per lo stand del Gruppo Iren a Terra Madre Salone del Gusto di Torino

Si aprono le porte di Terra Madre Salone del Gusto, l'evento ideato da Slow Food che si terrà al Parco Dora di Torino dal 22 al 26 settembre. Gruppo Iren, main partner dell'evento, sarà presente con "Sensazioni e Rigenerazioni": un esclusivo spazio espositivo, unito a un calendario di attività ispirate al tema della rigenerazione. Tra le proposte in calendario, le animazioni teatrali del "Duo Ri-Generato" by La Lumaca: divertenti sketch sulla rigenerazione che animeranno lo stand. Il progetto è a cura di Eduiren, il settore educational del Gruppo Iren. Vediamo i dettagli.

Il Duo Ri-Generato sarà presente al Parco Dora di Torino, presso lo stand del Gruppo Iren, nelle giornate di sabato 24 e domenica 25 settembre per allietare i visitatori in modo non convenzionale sulla rigenerazione degli scarti. Camuffati tra il pubblico, l'attrice e l'attore del Duo metteranno in scena sketch estemporanei, coinvolgendo senza alcun preavviso le persone che avranno la fortuna di trovarvisi accanto. Da le confessioni di una sedia a dondolo, a le speranze di due torsoli di mela, fino a un incalzante dialogo di coppia sull'opportunità di acquistare un materasso rigenerato, il Duo Ri-Generato permetterà di comprendere meglio gli allestimenti presentati all'interno dello stand su rigenerazione e buone pratiche di sostenibilità. Un'esperienza di teatro prêt-à-porter a tratti surreale che potrà rendere unica la visita allo stand del Gruppo Iren.

Ma le animazioni teatrali del Duo Ri-Generato sono solo una delle tante attività di "Senzazioni e Rigenerazioni" a Terra Madre Salone del Gusto. Tutti i giorni, alle 11.30 e alle 16, sarà possibile degustare Ri-Sorso, uno speciale cocktail prodotto con gli scarti della frutta. Alle 11 e alle 17 l’appuntamento sarà invece con l’Atelier Sens/azionale, un laboratorio sensoriale che accompagnerà i visitatori in un percorso insolito alla scoperta di frutta e ortaggi e a un modo più consapevole di consumarli. Venerdì 23 settembre alle ore 11 e alle ore 16 il live show "Sani Portatori di Gusto", dedicato alla conservazione del cibo.

Presso lo stand del Gruppo Iren i visitatori potranno anche fare una Pausa Circolare, per ricaricarsi e ricaricare gli smartphone, anche grazie alle colonnine di ricarica presenti nell’area. Ampio spazio espositivo sarà dedicato ai processi di rigenerazione in cui il Gruppo Iren è impegnato.

“Sensazioni e Rigenerazioni” è un progetto ideato da Eduiren in collaborazione con Fondazione Reggio Children, Pause-L’Atelier dei Sapori, Remida-Centro di riciclaggio e La Lumaca.

Pedalare e Camminare: nuovi itinerari Escursionismo

25 percorsi a piedi e in bici per vivere il territorio di Modena, dalla pianura alle vette. Su Visit Modena c'è "Pedalare e Camminare"

Se abiti a Modena le vacanze non finiscono mai. Sono ora disponibili gli itinerari “Pedalare e Camminare”, 25 percorsi di cicloturismo e trekking ideati per suggerire a turisti e residenti nuove prospettive di scoperta del territorio modenese. Gli itinerari "Pedalare e Camminare", progettati da La Lumaca per l’agenzia di incoming turistico Modenatur, fanno parte delle nuove azioni di promozione turistica del Comune di Modena e possono essere consultati e scaricati gratuitamente sul sito Visit Modena. Scopriamo insieme gli itinerari "Pedalare e Camminare".

"Pedalare e Camminare" racchiude 25 itinerari in bici e a piedi per scoprire Modena e il suo territorio, dalla città, alla pianura fino alle dolci vette dell'Appennino. Quindici proposte hanno come punto di partenza o di arrivo la città di Modena, mentre gli altri percorsi partono da altre località della provincia. Le possibilità sono numerose e progettate per ogni esigenza: ci sono percorsi pensati per i più avventurosi o per chi cerca un'idea per una scampagnata in famiglia. Anche chi vuole portare con sé il proprio amico a quattro zampe sarà accontentato. Tra gli itinerari più curiosi si segnala quello che collega in bicicletta le due capitali del Ducato Estense e quelli alla scoperta dei percorsi storici come la Via Vandelli, la Via Bibulca, la Via Romea Nonantolana. Anche gli amanti delle colline modenesi saranno soddisfatti.

"Pedalare e Camminare" mette a disposizione non solo 1400 chilometri in totale, suddivisi in 25 itinerari, ma anche informazioni aggiornate e dettagliate per percorrerli. La versione online è disponibile gratuitamente attraverso l'apposita sezione sul sito Visit Modena insieme alle tracce (nei formati GPX, KML e FIT), l'anteprima 3D, il pdf da stampare e lo strumento per calcolare il consumo di calorie per questo percorso. Le mappe di "Pedalare e Camminare" si possono già trovare all’Ufficio di Informazione e Accoglienza turistica (IAT) di piazza Grande 14 a Modena e, a breve, anche negli altri uffici IAT provinciali e regionali. Il materiale informativo è disponibile in italiano e in inglese: itinerari online, mappe, locandine e segnalibri, che riportano un QR code attraverso il quale si può accedere direttamente alla pagina web.

Su Visit Modena inoltre potrete trovare anche altre idee per visitare la provincia di Modena: se siete interessati all'arte o alla cultura modenese, se avete la passione per i motori o per la tradizione culinaria, se siete interessati a scoprire il cuore della musica o se siete appassionati di sport e benessere.

Per informazioni:

Pedalare e Camminare - itinerari online

Il MoMo riparte Informazione

Riapre la stagione del Centro Infanzia e Teatro MoMo di Modena: laboratori, aiuto compiti, centro bambini e genitori

Anche quest'anno il MoMo c'è! Ha riaperto lo scorso 12 settembre il Centro Infanzia e Teatro MoMo di Modena, con tante novità. Gestito da oltre 20 anni da La Lumaca, con il coordinamento pedagogico del Comune di Modena, Il MoMo è il centro polifunzionale che offre a bambini e famiglie uno spazio di gioco, esperienza e confronto. Sabato 1° ottobre, tutti invitati alla festa di apertura. Vediamo i dettagli e le novità del MoMo 2022/23.

FESTA DI RIAPERTURA

Sabato 1° ottobre vi aspettiamo al MoMo con due appuntamenti straordinari rivolti a bambini e adulti.

Si parte al mattino, dalle 9 alle 12, con “Musica è nutrimento: attorno alla nascita nella relazione genitore- bambino. Riflessioni ed esperienze di incontro attraverso il linguaggio musicale". L'iniziativa è gratuita rivolta ai neo genitori ed è inserita all'interno della SAM - Settimana dell'Allattamento Materno al seno. Per info e prenotazioni chiamare il numero 059.235320 dal 27 settembre.

Nel pomeriggio, dalle 16 alle 19, tutti invitati alla festa di apertura del MoMo con “Giochi di una volta”, evento di piazza rivolto a bambini e adulti da 0 a 99 anni. La festa è gratuita, a libero accesso e si svolgerà all’aperto in Piazza Matteotti a Modena.

I SERVIZI DEL MO.MO

Il centro polifunzionale MoMo a Modena in piazza Matteotti è aperto da settembre a maggio con tante proposte di attività rivolte a bambini di ogni età e alle loro famiglie. I servizi del MoMo sono: Centro Bambini e Genitori per la fascia 0-3 anni e per la fascia 3-5 anni, il servizio di aiuto compiti "CompitiaMo.Mo" per bambini e ragazzi della scuola primaria e secondaria di I grado e i tanti laboratori creativi pomeridiani per la fascia 6-13 anni. Conosciamo meglio i servizi del MoMo.

Il Centro Bambini e Genitori, rivolto ai bambini da 0 a 3 anni accompagnati da un adulto è aperto al martedì, giovedì, venerdì e sabato dalle 9.00 alle 12.00. Per i bambini è un luogo protetto dove vivere esperienze di gioco e di relazione, dove acquisire piccole abilità e sperimentare le prime regole sociali. Per gli adulti è uno spazio dove dimenticare gli impegni della quotidianità, dedicandosi in maniera esclusiva al proprio bambino e condividere momenti di confronto con gli altri adulti presenti. Da quest'anno il Centro Bambini e Genitori avrà un pomeriggio dedicato unicamente ai bambini da 3 a 5 anni, accompagnati da un genitore, ispirato alle attività teatrali. Il servizio per la fascia 3-5 anni sarà attivo da ottobre il venerdì pomeriggio dalle 17.00 alle 19.00.

CompitiaMo.Mo è il servizio di aiuto compiti in cui educatori esperti aiutano gli studenti che hanno necessità per lo svolgimento dei compiti, alleggerendo così il peso sulle famiglie. Per i frequentanti la scuola primaria gli incontri sono organizzati ogni sabato mattina dalle 10.00 alle 12.00 e al sabato pomeriggio dalle 15:00 alle 17:00. I ragazzi che frequentano le scuole secondarie di primo grado possono usufruire del servizio il venerdì pomeriggio dalle 16.00 alle 19.00. Il servizio è attivo da ottobre.

I laboratori creativi pomeridiani del MoMo sono rivolti ai bambini da 6 a 13 anni, dal martedì al sabato dalle 17.00 alle 19.00 secondo un programma che si ripete ogni settimana.

Tutti i servizi del Mo.Mo sono gratuiti con prenotazione, telefonando al numero 059.235320 (prenotazioni attive dall'ultimo giorno lavorativo del mese precedente).


PER INFORMAZIONI:

Vuoi restare sempre aggiornato sulle attività del MoMo?

Iscriviti alla newsletter, inviando una mail a: mo.mo@comune.modena.it

Tel: 059 235320

Facebook: @momocentroinfanzia

Instagram: @momo_centroinfanzia

Sito Comune di Modena

In climate we trust Vivivideo

Nella lotta al cambiamento climatico i giovani sono in prima linea. Come possono far sentire la loro voce? Guarda il video di Year Zero Lab

Vivigulp settembre 2022 Vivigulp

Vignetta Vivigulp settembre 2022

Clima: è sciopero! Appuntamenti

A fianco dei giovani per l'emergenza climatica. Il 23 settembre, in tutto il mondo, c'è lo sciopero globale per il clima

Car-a energia Informazione

Che inverno ci aspetta? L'analisi di ECCO con gli scenari sulle conseguenze dell'aumento dei prezzi dell'energia

Patagonia va al no profit Campagne

Un unico azionista: il Pianeta. Il fondatore di Patagonia, celebre brand di indumenti sportivi, cede l'azienda alle no profit

Per l'ambiente con amore Fai la cosa giusta

Dalla rete contenuti per capire la sostenibilità nella società di oggi

ViviSlurp: la ricetta di settembre 2022 Vivislurp

Succo di pera: ricetta per 4 persone, preparazione circa 15 minuti, cottura 45 minuti (più 2 ore di raffreddamento)

Le pere sono ricche di micronutrienti, come folati, vitamina K, vitamina C e potassio, ma anche di fibre che migliorano la qualità dei batteri intestinali e promuovono il transito intestinale. Sono abbandonanti anche gli antiossidanti, che proteggono dalle malattie croniche e hanno attività antinfiammatoria.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

L'ECO-RICETTA DI STAGIONE

Sbuccia le pere, togli il torsolo e tagliale a pezzetti. Metti acqua e zucchero in una pentola capiente e fai cuocere a fuoco basso mescolando finché lo zucchero non si è sciolto tutto, poi aggiungi le pere e fai bollire per 5 minuti mescolando ogni tanto. Spegni il fuoco e frulla quando è ancora caldo fino ad ottenere un composto liscio e cremoso. Togli la schiuma dalla superficie, aggiungi il succo del limone, mescola e versa il succo ancora bollente nei vasetti di vetro puliti e sterilizzati, chiudili con tappi nuovi e sterilizzati e girali a testa in giù per un paio d’ore, finché non saranno freddi. Quando i vasetti si saranno raffreddati completamente falli bollire a bagnomaria per 30 minuti in una pentola di dimensioni adeguate. Il succo alla pera si conserva fuori dal frigo per 2 anni nei vasetti chiusi, ma una volta aperti vanno conservati in frigo.

L’arte del riciclo in cucina:

Se hai in casa 4/5 pere troppo mature questa ricetta è perfetta per non sprecarle e trasformale in una sana merenda.

Consigli utili per diminuire l’impatto della tua stampa