Insalata di sedano, mele, formaggio e noci: ricetta per 4 persone, preparazione 20 minuti

Il sedano, il cui nome botanico è Apium graveolens, è una pianta erbacea che cresce anche spontaneamente nei luoghi paludosi ed erbosi, appartiene alla famiglia delle Ombrellifere ed è originaria della zona del Mediterraneo, dove era conosciuta come pianta medicinale, e afrodisiaco, già nell’antica Grecia. Molto apprezzato nelle diete disintossicanti perché ricco di acqua e minerali (contiene potassio, fosforo, magnesio e calcio, vitamina C, vitamina K), ma molto povero di calorie. Il sedano possiede dunque proprietà diuretiche e depurative ma è rinomato anche per la sua proprietà di contrastare efficacemente il catarro e le bronchiti. Inoltre il sedano è considerato uno dei più vigorosi tonici intestinali, molto efficace contro il meteorismo e la costipazione.

INGREDIENTI:

  • 2 mele (potete usare le mele verdi, se vi piace il loro gusto un po’aspro, oppure altre varietà più dolci, se volete dare una nota più esotica alla vostra insalata)
  • 100 grammi di Parmigiano Reggiano
  • 10 noci
  • 3 o 4 coste di sedano
  • 125 ml di yogurt
  • olio di oliva
  • un cucchiaino di senape
  • sale
  • succo di limone
Sedano 1024x768

Lavate il sedano ed eliminate i filamenti che percorrono in lunghezza le coste, quindi tagliatene delle fettine sottili; riducete il Parmigiano in scaglie. Lavate le mele, tagliatele in quarti, eliminate il torsolo e il picciolo, quindi tagliate anche queste a fettine sottili poi spruzzatele con il succo di limone in modo che la polpa non annerisca. Sgusciate le noci. Ponete lo yogurt in una ciotola raccogliete lo yogurt, aggiungete 1 cucchiaio di olio, un po’ di sale e un cucchiaino di senape, e mescolate in modo da ottenere una salsa omogenea. Disponete le mele e il sedano nei piatti, unite i gherigli di noce grossolanamente spezzettati e completate con le scaglie di formaggio. Servite l’insalata con la salsa a parte.

L'arte del riciclo in cucina: per questa ricetta potete usare le coste più interne del sedano, che sono più tenere e dolci. Le coste più esterne possono essere utilizzate per insaporire il brodo di carne oppure possono essere tritate insieme a carota e cipolla per ottenere un ottimo misto per il soffritto, che potrete conservare in freezer.

Pubblicato il 26 marzo 2020


 
Viviverde

Iscrivendoti autorizzi il trattamento dei dati personali ai sensi degli articoli 13 e 14 del Regolamento 679/2016/UE (GDPR Privacy). Per consultare l'informativa collegarsi a: www.lalumaca.org/privacy. Il trattamento dei dati avviene nel rispetto della normativa vigente sulla Privacy.

Vivishop

La vetrina online dei prodotti “ViviVerde e drizza le antenne”, per chi mette l’ambiente al centro di ogni scelta. Idee, spunti e letture verdi per la casa, il lavoro e il tempo libero.