Intervista ad Alberto Pellai: il ricercatore dell’Università degli Studi di Milano e psicoterapeuta dell’età evolutiva ci spiega come investire sull'autonomia dei giovani con attività all'aria aperta

Al Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, che apre nella scuola all'educazione digitale e contemporaneamente frena sull'uscita autonoma da scuola, Alberto Pellai, ricercatore all'Università degli Studi di Milano e psicoterapeuta dell’età evolutiva, risponde invitando ad investire sulle attività all'aria aperta e nella natura per aiutare i giovani a crescere e ad affinare le competenze per la vita.


Non solo la scuola ma anche le famiglie mettono più facilmente nelle mani di un undicenne uno smartphone con libero accesso nel mondo virtuale, con tutti i pericoli e le insidie della rete, ma non gli danno il permesso di muoversi liberamente nel proprio territorio, in quanto attività ritenuta pericolosa che mette a rischio l’incolumità fisica. In realtà per un 11enne è molto più facile gestire la complessità del traffico rispetto alla navigazione on line.

Ed anche spostando di qualche anno il libero accesso ai device collegati in rete, le competenze digitali si possono sempre recuperare, mentre le competenze che un pre-adolescente impara quando mette in gioco la sua autonomia nella vita reale diventano più difficili da apprendere nelle fasi successive. Se non si mettono in gioco all'età giusta, si rischia di non acquisirle più in modo adeguato.

Muoversi in autonomia all'aria aperta per andare a trovare gli amici, recarsi all'oratorio o al campetto sportivo senza dover dipendere dai genitori tutte le volte consente al giovane di conquistare, oltre alla propria autonomia, un senso di auto-efficacia e di sicurezza rispetto ai propri bisogni di esplorare il mondo e la vita.

Oltre alle attività all'aria aperta in paese e in città, anche le esperienze di full immersion nell’ambiente naturale aiutano ad allenare le competenze che servono a vivere: centri estivi nella natura, escursioni ambientali, campi scout, solo per fare alcuni esempi, mettono in gioco tutti i cinque sensi e consentono di fare un’esperienza completa multisensoriale, utilissima per la crescita, che la relazione digitale per sua natura non consente.

Per informazioni:

http://albertopellailibri.it/

Pubblicato il 29 gennaio 2018


 
Viviverde

Iscrivendoti autorizzi il trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D.lgs. 196/2003. Per consultare l'informativa collegarsi a: www.lalumaca.org/privacy. Il trattamento dei dati avviene nel rispetto della normativa sulla Privacy.

Vivishop

La vetrina online dei prodotti “ViviVerde e drizza le antenne”,
per chi mette l’ambiente al centro di ogni scelta.
Idee, spunti e letture verdi per la casa, il lavoro e il tempo libero.