38 nuovissimi itinerari in un’agile guida con tracce gps, cartine, planimetrie e descrizioni dettagliate per le tue escursioni in natura

Trentotto itinerari ad anello, descritti minuziosamente in oltre 190 pagine, corredati da ogni informazione utile per intraprendere in tranquillità e sicurezza la propria escursione in Mountain Bike e andare alla scoperta dei più suggestivi angoli dell’Appennino modenese.

La nuova Guida “Appennino modenese in Mountain Bike. 38 itinerari dalle prima colline al crinale appenninico” (la lumaca edizioni), è stata realizzata da Fabrizio Desco, Luigi Lodi e Roberto Zanni, bikers appassionati ed esperti, ed autori di numerose altre pubblicazioni del settore ed è in distribuzione in questi giorni nei negozi di articoli sportivi e nelle principali librerie ed edicole di Modena e provincia,

La guida illustra i principali percorsi ciclo escursionistici dell’Appennino, aggiornati con varianti migliorative. Tutti itinerari, in parte nuovi o assolutamente inediti, che si prestano ad essere percorsi e gustati in mountain bike, sia per l’aspetto prettamente ciclistico che per le valenze paesaggistiche, storiche e ambientali.

Nel complesso sono proposte escursioni per un totale di quasi 1.000 km di percorsi ed un dislivello complessivo di oltre 36.000 metri, che si snodano lungo vie storiche come la Romea Nonantolana, la via Vandelli e la via Bibulca, tra torri, pievi e castelli, attraversando borghi come Monfestino, Montegibbio e tanti altri, luoghi incontaminati e protetti come i Sassi di Roccamalatina, il Ponte del Diavolo, l’orrido di Stramazza e la Selva Romanesca, costeggiando perle d’alta quota come il lago Santo e il lago Scaffaiolo, fino a raggiungere le vette e i crinali. Una raccolta articolata di proposte in grado di soddisfare le esigenze di ogni singolo biker, che potrà scegliere in base al tempo a disposizione, grado di allenamento e capacità tecniche tra itinerari facili, brevi, lunghi, con molte salite, con molto sentiero, con alternanze di stradine asfaltate, itinerari da “mezza giornata”, itinerari adatti a qualsiasi stagione e così via.

La guida è arricchita da annotazioni di carattere storico, culturale e ambientale, sottolineando specifiche emergenze incontrate negli itinerari, in modo da stimolare una conoscenza più approfondita del territorio, e comprende inoltre nella parte introduttiva una breve storia della mountain bike nell’Appennino modenese ed il decalogo del buon escursionista.

Chiunque abbia a cuore la natura, il silenzio delle montagne, le tradizioni e la storia delle popolazioni che vi abitano troverà informazioni e spunti interessanti.
Le numerose immagini illustrano per ogni itinerario bikers in azione ed offrono ulteriori informazioni sullo splendido territorio delle valli e dei monti dell’Appennino modenese.

Ogni tracciato è preceduto da una scheda riassuntiva con una cartina, la planimetria del percorso con le distanze, i tempi di percorrenza e le principali caratteristiche tecniche, in modo da poter scegliere l’itinerario più adatto in base a diversi parametri quali la lunghezza, il dislivello, il tipo di fondo prevalente, la ciclabilità, la difficoltà tecnica delle discese e l’orientamento. Tutti aspetti che concorrono a determinare un punteggio totale di difficoltà da 1 bollino rosso (gli itinerari più facili) a 5 bollini rossi (i più difficili). È inoltre presente - aspetto del tutto inedito rispetto ad altre pubblicazioni simili - un’indicazione di “bellezza” da 1 a 5 in base alle valutazioni soggettive degli autori espresse in base alla presenza di ampi panorami, viste sul mare, sulla pianura ecc, l’alternanza nello stesso itinerario di ambienti naturali differenti (boschi, radure, laghi torrenti, crinali, pareti rocciose ecc), la presenza di testimonianze storico-culturali (antichi borghi, castelli, pievi ecc), la varietà e piacevolezza dei tipi di percorso.

Le tracce di tutti i percorsi saranno inoltre scaricabili dal 16 maggio all’indirizzo www.lalumaca.org/mtb seguendo il link indicato nella pagina dedicata alla guida, in modo da programmare con sicurezza gli itinerari.

“Anni di frequentazione in bici del territorio – spiegano gli autori Fabrizio Desco, Luigi Lodi e Roberto Zanni – hanno consentito di individuare nuovi tracciati, inedite varianti, angoli di Appennino dimenticati, segno della vitalità e ricchezza di un patrimonio storico e naturale che sembra ‘finito’ ma che in realtà continua a stupire e a riservare emozioni”.

“La bicicletta, in questo caso la mountain bike – afferma Stefano Vaccari, assessore all’Ambiente, Mobilità, Protezione Civile e Sport della Provincia di Modena – è un mezzo ideale per (ri)scoprire il nostro territorio, soprattutto gli angoli più nascosti, quelli che normalmente con l’auto non si raggiungono mai. Questa guida, realizzata da veri esperti del settore, è un indispensabile aiuto per chi si accinge per la prima volta ad affrontare in bicicletta la collina e la montagna ma anche per chi già le frequenta perché sicuramente non mancherà di offrire spunti per scoprire nuovi percorsi e luoghi non ancora visitati”.

La Guida “Appennino modenese in Mountain Bike. 38 itinerari dalle prima colline al crinale appenninico” (edizioni La Lumaca, pagg, 192) si può acquistare nei negozi di articoli sportivi, nelle librerie e nelle migliori edicole di Modena e provincia, al prezzo di euro 22.

Mountainbike 150Pxl

Per informazioni:
info@lalumaca.org

Pubblicato il 14 maggio 2012


 
Viviverde

Iscrivendoti autorizzi il trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D.lgs. 196/2003. Per consultare l'informativa collegarsi a: www.lalumaca.org/privacy. Il trattamento dei dati avviene nel rispetto della normativa sulla Privacy.

Vivishop

La vetrina online dei prodotti “ViviVerde e drizza le antenne”,
per chi mette l’ambiente al centro di ogni scelta.
Idee, spunti e letture verdi per la casa, il lavoro e il tempo libero.